Salendo il corso Garibaldi, sulla sinistra si apre l’ingresso della Casa Prosperi, con il bellissimo Camino cinquecentesco, è un’opera unica, in pietra arenaria, con due stemmi laterali originari: quello di Angelo Prosperi (con il Ieone rampante), un Capitano della Repubblica fiorentina ai primi del 1500, e quello della moglie Costanza Argolanti da Rimini.
Sulla sommità i Vitelli, quando si impadronirono dei possedimenti dei Prosperi, posero il proprio. Il camino ha al suo interno due piccoli sedili in pietra, da questi trae il nome di “Camino degli innamorati”. Infatti secondo l’usanza i fidanzati si ponevano qui, separati dal fuoco, ma abbastanza vicini e protetti per potersi  parlare con libertà.