Monastero di S.Elisabetta

SElisabettaAll’ingresso del paese, si sviluppa il Monastero di Santa Elisabetta, un grazioso edificio in muratura a cortina e portale in legno con arco a tutto sesto. All’interno dell’annessa chiesa si trova una preziosa Vesperbild, tipica  iconografia tedesca raffigurante una Pietà del XIV secolo.

La costruzione dell’edificio è iniziata intorno al 1540, quattro suore del Monastero di Santa Cecilia di Città di Castello, il giorno di Pasqua del 1547 salirono a Citerna a fondare il Monastero di Santa Elisabetta, quando l’edificio non era ancora terminato.
Fu adottata la Regola delle Terziarie Regolari di S. Elisabetta, cioè una Regola francescana.
Fino al terremoto del 1917 le Suore vissero in clausura, ma, in seguito alla distruzione del Convento, dovettero rifugiarsi a Città di Castello, accolte dalle Monache di S. Cecilia. Dopo 370 anni le “figlie” trovarono rifugio nella casa “materna”.
Nel 1921 poterono tornare a Citerna, non più come Claustrali, ma come Suore di vita attiva.